Press "Enter" to skip to content

Un’allenatrice salva la vita di una giovane nuotatrice della sua squadra

Budapest, 23 giugno 2022

Anita Álvarez ha perso conoscenza in piscina ai mondiali di Budapest prima di essere salvata dalla sua allenatrice Andrea Fuentes.

La giovane americana di nuoto artistico e sincronizzato Anita Álvarez, è stata salvata dall’allenatrice della sua squadra dopo essere svenuta in acqua durante la sua esibizione.

Quest’ultimo incidente si è verificato alle finali dei Campionati mondiali di nuoto a Budapest, quando la 25enne è caduta sul fondo della piscina al termine della sua ultima esibizione in solitaria.

L’allenatrice Andrea Fuentes, quattro volte medaglia olimpica nel nuoto sincronizzato, si è tuffata e ha portato in superficie la giovane Alvarez. Anche un compagno di squadra ha nuotato per aiutare nel soccorso, mentre gli spettatori guardavano sgomenti.

Álvarez ha subìto un incidente identico in un evento di qualificazione olimpica a Barcellona il 13 giugno dello scorso anno, e Fuentes era intervenuta in suo soccorso dopo che l’atleta aveva perso brevemente conoscenza.

Álvarez è stata rapidamente rianimata dai medici, che in seguito hanno spiegato che era svenuta momentaneamente, ma per il resto si sentiva bene.

Álvarez ha segnato 87.6333 punti nella sua esibizione e si è classificata settima in finale. La prova è stata vinta dal giapponese Yukiko Inui, che ha ottenuto 95.3667 punti.

In una dichiarazione pubblicata sulla pagina Instagram del nuoto artistico americano, Andrea Fuentes ha affermato che il malessere fisico di Álvarez, 25 anni, sarebbe stato valutato dai medici questo giovedì prima di prendere una decisione sulla sua partecipazione all’evento a squadre domani, venerdì 24 giugno.

Copyright © 2022 SportJournal.Pictures / PanPress.Eu / SalaStampa.Eu