Ultimi 4 minuti fatali per Varese

Dopo più di un mese, finalmente la Fiat Torino ritrova la vittoria nonostante i lombardi abbiano lottato fino all’ultimo

PalaVela (Torino), 7 aprile 2019
Campionato Maschile di Serie A, Regular Season – 25ª Giornata
Fiat Auxilium Torino vs Openjobmetis Varese

Ronald Moore #25 recupera il pallone perso dalla sua squadra

Mentre la dirigenza dell’Auxilium cerca di raggranellare i fondi per tenere in vita il club e al PalaVela ci sono sempre meno spettatori a seguire le partite, la squadra è finalmente riuscita a vincere una partita, dopo più di un mese di sconfitte consecutive.
A farne le spese è stata la Pallacanestro Varese, sesta in classifica e in procinto di disputare le semifinali di FIBA Eurocup.

Privi di Dominique Archie, infortunatosi nella partita precedente, i varesotti hanno avuto difficoltà a entrare in partita e a contrastare la carica che hanno sfoderato i torinesi, guidati nel primo quarto
da Dallas Moore.
All’inizio del secondo quarto Varese, con un parziale di 1-9, ha messo pressione agli avversari, portandosi sul 25-26. I torinesi hanno allora risposto con delle triple per contrastare la ripresa di Varese, arrivando all’intervallo lungo 41-36.

Nel terzo tempo, Torino ha toccato il 48-40 ma l’Openjobmetis ha prontamente recuperato con due triple e, in un’entusiasmante lotta punto a punto, le due squadre si sono presentate all’ultimo quarto in parità, 54-54.

Tuttavia, l’inerzia dei primi minuti è stata fatale per Varese che, allontanata dalle triple decisive di Marco Portannese, ha smarrito lucidità ai tiri. A tre minuti dalla fine, in un palazzetto infiammato, i torinesi erano in vantaggio 69-59.
I lombardi hanno continuato a lottare privi di Jean Salumu, mandato fuori per il quinto fallo dopo essersi mostrato tra i migliori tiratori della serata, ma la carica di Aleksa Avramovic non è stata sufficiente all’Openjobmetis per ribaltare il risultato finale di 72-66.

Caro lettore,
il reportage integrale sarà pubblicato sul numero 75 – Aprile di Sport Journal Pictures. Abbiamo centinaia di storie da raccontare in Sport Journal Pictures, questa è soltanto una di quelle.