Ginnastica Ritmica: Le farfalle fanno sognare i 2000 spettatori del PalaRuffini

INCONTRO INTERNAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA, ITALIA-STATI UNITI

Torino, 11.06.2017
Ieri sera, sabato 10 giugno, è andato in scena l’Incontro Internazionale di Ginnastica Ritmica che ha visto salire in pedana le nostre Farfalle, la nazionale italiana, conto le ginnaste statunitensi, al PalaRuffini di Torino. La regia dell’evento non poteva che essere dell’Eurogymnica Torino, che – oltre ad aver organizzato magistralmente la competizione – ha regalato a tutti i numerosi presenti uno spettacolo unico. Grande emozione e coinvolgimento del pubblico anche in occasione della cerimonia d’apertura, guidata da Tiziana Colognese, DT del club biancoblù, conclusasi sulle note degli Inni Nazionali cantati dal vivo.

Grandissimo successo di pubblico al PalaRuffini, più di 2000 gli spettatori accorsi da tutta Italia, che hanno partecipato in modo particolarmente caloroso: hanno infatti sostenuto a gran voce le Farfalle e le atlete azzurre in pedana, omaggiando con altrettanto trasporto le ginnaste a stelle e strisce.

Una manifestazione di altissimo livello sportivo, alla quale hanno preso parte atlete olimpiche del calibro della torinese Alessia Maurelli, Veronica Bertolini e l’americana Laura Zeng, insieme a squadre molto rinnovate, già con lo sguardo verso i prossimi Giochi Olimpici di Tokyo e verso i più vicini Mondiali di fine agosto, a Pesaro.

Bellissima vittoria per le Farfalle azzurre che si aggiudicano l’incontro internazionale grazie al totale di 38.050, sul 31.700 delle americane. Capitanata dalla torinese Alessia Maurelli, la squadra italiana si aggiudica il Torneo, battendo gli USA – 38.050 a 31.700. Il sestetto dell’Accademia di Desio totalizza 19.150 punti, mentre 18.900 è il risultato della routine con le 3 palle e le 2 funi. Bene l’Italia anche sul fronte individuale, grazie all’exploit di Milena Baldassarri (71.800) che si piazza davanti ad Alexandra Agiurgiuculese (70.900) e al talento stelle e strisce Laura Zeng (66.300). Ai piedi del podio la pentacampionessa assoluta Veronica Bertolini con il personale di 65.950.

Grande entusiasmo ed emozione per il capitano delle Farfalle, Alessia Maurelli, che a fine manifestazione ha dichiarato: “E’ la prima volta che gareggio a Torino ed è stata una competizione molto emozionante. Essere qui in veste di capitano della squadra, davanti ad amici e parenti, è stata un’emozione incredibile. Le ragazze sono state magnifiche, mi hanno aiutata tanto, ed anche le statunitensi hanno condotto una gara di alto livello. Spero che il pubblico si sia divertito e abbia passato una serata piacevole. Questa squadra si è sempre trovata preparata alle gare. Mi preme ricordare che in sole 4 gare abbiamo già conquistato 11 medaglie, di cui 7 ori e 4 argenti, quindi è una squadra che vuole dire la sua e, con questi mondiali in Italia, cercheremo di fare bene e dare il meglio di noi.”

Una competizione di grande valore e interesse tecnico anche per l’allenatrice della compagine americana, che ha dichiarato: “Questa gara è stata veramente una bella sorpresa per noi, non avevamo mai gareggiato in Italia per un incontro amichevole. Ci ha dato l’opportunità di creare una bella relazione con la squadra italiana ed è stata un’ottima preparazione, un buon primo passo, verso i Campionati del Mondo di Pesaro, dove il nostro obiettivo sarà di portare la migliore routine possibile, a prescindere dal punteggio che otterremo o dalla classifica finale.”

Allo stesso modo, anche le ginnaste statunitensi non hanno certo nascosto tutto il loro entusiasmo e la loro adrenalina a fine competizione, affermando: “E’ stata un’esperienza straordinaria, siamo molto grate che l’Italia ci abbia invitate per competere in questa manifestazione. é stato bellissimo potersi allenare nelle loro palestre, visitare anche città come Milano e Venezia. E’ stato un grande onore poter passare qualche giorno nel vostro paese, domani torniamo a casa consapevoli di avere vissuto un’esperienza meravigliosa.”

Spente le luci al PalaRuffini, resta negli occhi uno spettacolo di altissimo livello e la consapevolezza che l’Eurogymnica Torino ha dato ancora una volta prova del suo grande talento organizzativo, grazie al grande lavoro del Direttore Sportivo Marco Napoli e di tutto il suo staff, riconfermando la vocazione sportiva del capoluogo piemontese.

Ufficio Stampa
Giorgia Balzola