Press "Enter" to skip to content

Para Ice Hockey: Una bella Italia nei test di Fussen contro i tedeschi

Nella città bavarese due successi della Germania e una vittoria azzurra nei tre incontri amichevoli in programma nel week-end. Florian Planker: “Ripartire anche fuori dai confini nazionali è stato bello, sia per noi che per l’intero movimento”

Para Ice Hockey, Italia-Germania a Fussen
Una fase della sfida sul ghiaccio di Fussen tra Italia e Germania.

Tre incontri intensi per ritrovare il giusto feeling. Sono state tutt’altro che amichevoli le partite di Füssen tra le nazionali di Italia e Germania di para ice hockey, soprattutto per l’intensità messa sul ghiaccio dalle due formazioni vogliose di tornare a giocare anche in campo internazionale. A otto mesi dalle ultime sfide, appena prima del lockdown, le due squadre sono tornate ad affrontarsi, ma questa volta in terra tedesca.

Stesso punteggio per tutti e tre i confronti, 3-2, di cui due ad appannaggio dei tedeschi (venerdì e domenica) e una dell’Italia (sabato). Ecco il commento da parte di uno dei veterani del gruppo azzurro, Florian Planker, portabandiera dell’Italia alla Paralimpiade di Pyeongchang 2018: “È stato bello ricominciare anche a livello internazionale, non solo per noi ma per l’intero movimento del para ice hockey. Ovviamente ci sono tanti piccoli particolari da aggiustare, tanti errori da evitare e una forma non ottimale da perfezionare, soprattutto per quei giocatori che hanno ripreso la stagione più tardi. La Germania ha una rosa meno ampia, ma a livello di preparazione erano più avanti e si è visto. Dal canto nostro abbiamo portato tre portieri e voglio fare i complimenti al giovane Julian Kasslatter, protagonista sabato agli shootout, che può diventare una valida alternativa ai più esperti Araudo e Stillitano. Bene anche i giovani, con Christoph De Paoli e Nils Larch che hanno dimostrato di essere oramai due elementi fondamentali per la nostra Nazionale».

Il prossimo appuntamento azzurro sarà un raduno a metà novembre al PalaWürth di Egna.

Fonte: Ufficio Stampa Fisg – SalaStampa.Eu

[ * 24 * ]