Press "Enter" to skip to content

Short Track, il nuovo corso azzurro riparte da Bormio

Questa mattina, alla presenza dei vertici FISG e del Sindaco di Bormio, il Palaghiaccio della località valtellinese è stato riconosciuto Centro Tecnico Federale delle Nazionali azzurre di short track. Ieri infortunio in allenamento per Tommaso Dotti

Martina Valcepina
I vertici FISG, le personalità di Bormio e alcuni degli atleti delle Nazionali azzurre di short track.

Riparte da Bormio la rincorsa dello short track azzurro verso i prossimi importanti traguardi sportivi. Il Palaghiaccio della località valtellinese torna infatti da questa stagione a essere centro tecnico federale delle squadre tricolori, già impegnate nella struttura durante queste settimane di preparazione estiva.

Nella mattinata odierna il Presidente della FISG Andrea Gios, insieme al Segretario Generale Ippolito Sanfratello e al Consigliere del Settore Velocità Luigi Sartorato, ha incontrato il Sindaco di Bormio Roberto Volpato, il Presidente della Bormio Ghiaccio Michele Cola, il Presidente di Bormio Servizi Oscar Cola, la Presidente di Bormio Terme Naide Falcione e l’Assessore ai Servizi Sociali, Sanità e Cultura di Bormio, Luigi Azzalini, per celebrare questo sodalizio e inaugurare quel sistema Bormio che, nei programmi e negli auspici, tanto gioverà al movimento dello short track tricolore.

Martina Valcepina
Il presidente FISG Andrea Gios, a sinistra, con il Sindaco Roberto Volpato, a destra, non appena svelata la nuova targa del Palaghiaccio di Bormio.

Ad aprire gli interventi il Sindaco Roberto Volpato: “Bentornati, è un grande onore per noi ritrovarci Centro Federale delle nazionali di short track. Significa che è stato apprezzato ciò che abbiamo fatto in questi anni e ne siamo felici. Siamo a disposizione per offrire tutto quanto possa essere utile agli atleti e alle squadre per raggiungere i più importanti traguardi sportivi“.

Poi le parole del Presidente FISG Andrea Gios: “Quella di Bormio è stata una scelta meditata, che premia la tradizione sportiva di una località che ha contribuito a fare le fortune dello short track azzurro. Siamo convinti che qui troveremo un terreno fertile per far pattinare al meglio i nostri atleti di vertice e, al tempo stesso, consentire ai giovani di crescere al loro fianco. Vogliamo che le nostre squadre interagiscano con le categorie economiche del territorio e che il centro diventi sempre più luogo di aggregazione. Lavoreremo per portare a Bormio anche tante nazionali straniere ad allenarsi con noi. Per ora mi preme ringraziare la Bormio Ghiaccio per il grande lavoro che da sempre fa e tutte le anime di questo meraviglioso territorio“.

Bormio individuata dunque come a casa dello short track tricolore, il luogo dove le Nazionali si alleneranno per prepararsi ai prossimi appuntamenti. E anche oggi è difatti proseguito il lavoro delle squadre azzurre con i Senior degli allenatori Assen Pandov e Ludovic Mathieu e gli Junior di Nicola Rodigari tutti impegnati in palestra e sul ghiaccio. Da registrare, in tal senso, anche una brutta notizia, vale a dire l’infortunio occorso ieri in pista a Tommaso Dotti, vittima di una frattura al perone e al malleolo della gamba destra. Il milanese classe ’93 delle Fiamme Gialle verrà operato già nella giornata di venerdì.

Fonte e credito foto: Ufficio Stampa Fisg – SalaStampa.Eu

[ * 55 * ]